© 2016 by Alessandra Gallina

  • w-facebook
  • Twitter Clean

Il Centro Culturale Italiano di Bergen è stato fondato nel 1962 dal Ministero Affari Esteri come reparto dell'Istituto Italiano di Cultura di Oslo, dietro richiesta dell'allora Ambasciatore ad Oslo, principe Colonna di Paliano.

A Bergen infatti esisteva un gruppo di norvegesi amanti della lingua e cultura italiana che aveva fondato il Comitato "Dante Alighieri" e che desiderava un maggior numero di attività culturali. Il Centro dipendeva giuridicamente e finanziariamente dall'Istituto Italiano di Cultura di Oslo.

Fin dall'inizio il Centro si è focalizzato sull’insegnamento della lingua italiana ed ha riscosso un discreto successo tra i molti “bergensi” interessati all’Italia.

A un certo punto il Ministero Affari Esteri ha interrotto tutti i finanziamenti al Centro Culturale Italiano di Bergen. Il Centro ha, però, potuto continuare la sua attività grazie ad un accordo tra l'Università di Bergen e il Ministero stesso. L’accordo concedeva al Centro Culturale Italiano l’utilizzo gratuito di alcuni locali di proprietà dell’Università come sede dei corsi di lingua organizzati dal Centro stesso. In cambio il Ministero Affari Esteri avrebbe inviato e pagato un lettore di italiano che avrebbe insegnato italiano alla facoltà di italianistica dell’Università di Bergen.

Dal 2012 il Comitato "Dante Alighieri" di Bergen ha deciso di prendere in gestione il Centro, tenendo però separata la gestione finanziaria del Centro stesso da quella della "Società Dante Alighieri". Il Comitato DA di Bergen è iscritto ufficialmente al “Brønnøysund” nel registro delle organizzazioni no-profit dal 30.03.2010.

Nel 2015 il Ministero Affari Esteri ha eliminato il posto di lettore all'Università di Bergen. L'Università ha immediatamente chiesto la restituzione dei propri locali in quanto veniva a sciogliersi l’accordo tra le due parti. Dal primo gennaio 2016 è stato, pertanto, necessario prendere in affitto dei locali per l'insegnamento. Si sono trovati dei locali al Bryggen, prima una sede temporanea e poi dal luglio del 2016 una sede “stabile” al primo piano di Jacobsfjorden.

 

Oggi, come non mai, il Centro Culturale Italiano di Bergen dipende dagli studenti che hanno il piacere di frequentare i suoi corsi e le sue attività culturali. Il Centro, infatti, si autofinanzia con i corsi che organizza, non ricevendo in questo momento nessun supporto economico esterno.

Storia del Centro Culturale Italiano di Bergen